Come scegliere un accordatore e accordare la chitarra

Per suonare bene, gli strumenti devono essere accordati accuratamente. Accordare chitarre o ukulele è un’operazione del tutto facile. Innanzitutto è necessario avere a disposizione un accordatore per chitarre :-).

Si può dire che un accordatore vale l’altro, o in altre parole non vi sono troppe differenze quanto a strumenti di destinazione. Gli accordatori per chitarra vanno bene in genere per chitarre acustiche, chitarre elettriche, bassi e ukulele.

Esistono tre tipologie fondamentali di accordatori: classici, a clip e a pedale.


Accordatori per chitarra classici

Gli accordatori per chitarra classici sono ideali per le chitarre acustiche, chitarre elettriche, bassi e ukulele. Gli accordatori classici sono infatti muniti di microfono che rileva il suono dello strumento acustico e lo analizza. Sono anche dotati di ingresso jack per il collegamento di chitarre elettriche o bassi, tramite cavo. Tutti gli accordatori classici sono muniti di display sinottico, con visualizzazione dell’accordatura delle corde.

Accordatori per chitarra con clip

Il vantaggio principale degli accordatori per chitarra con clip risiede nella loro compattezza. Vengono agganciati alla testa dello strumento e possono rimanere lì anche mentre suonate. Durante il loro impiego non è necessario scollegare la chitarra elettrica o il basso, poiché gli accordatori con clip rilevano le vibrazioni del suono, e non è dunque possibili connetterli a cavi. Gli accordatori con clip sono estremamente pratici e del tutto versatili.

Accordatori a pedale

Questo tipo di accordatori per chitarra è indicato soprattutto per chitarre elettriche e bassi. In termini di dimensioni corrisponde in genere ad un effetto per chitarra e, durante l’uso, viene posizionato proprio tra un effetto e un altro. Non è dunque necessario scollegare nulla nel corso del concerto; basta solo premere il pedale dell’accordatore; dopo la pressione del pedale l’accordatore si attiva ed esegue l’accordatura. E potrete tranquillamente continuare a suonare. Gli accordatori a pedale sono di norma muniti di retroilluminazione o display LED, in modo tale da visualizzare sempre bene lo stato dell’accordatura anche al buio (per esempio all’interno di locali) oppure durante festival all’aperto (quando il sole picchia direttamente sul palco).

Come accordare una chitarra

Accordare la chitarra è un’operazione semplicissima anche per un principiante. Non è importante il tipo di accordatore utilizzato. Il principio è infatti sempre lo stesso:

  • Accendere l’accordatore. L’accordatore con clip va fissato alla testa della chitarra; quello classico va invece poggiato in prossimità della chitarra. Per le chitarre elettriche è necessario collegare la chitarra all’accordatore mediante il cavo dello strumento. Sempre per le chitarre elettriche, non dimenticate di girare il potenziometro del volume verso destra, in modo tale che dalla chitarra venga emesso un segnale :-).
  • Pizzicare la corda Mi, quella più spessa, in alto. Se la lancetta dell’accordatore si trova nella metà sinistra del quadrante, sarà necessario “allungare” di più la corda, per aumentare la tensione e il tono. Girare la chiavetta in maniera tale che la corda vada a avvolgersi ancora di più. Se la lancetta dell’accordatore si trova invece nella metà destra del display, sarà necessario allentare la corda per abbassare il tono. La corda è accordata nel momento in cui la lancetta è perfettamente a metà e svetta verso l’alto, senza propendere né a destra né a sinistra.
  • Se la chitarra o le corde sono nuove, l’accordatura va eseguita più volte. Ci vuole infatti un po’ di tempo perché le corde si adattino. Per accelerare la procedura, durante l’accordatura, tirare le corde una dopo l’altra. Per capire meglio, date uno sguardo al video:

L’accordatura classica della chitarra, dalla corda più spessa a quella più sottile, è effettuata nel seguente ordine: Mi, La, Re, Solm, Sim, Mim. Per i bassi a 4 corde, la sequenza è: Mi, La, Re, Sol. Per l’ukulele: Sol, Do, Mi, La.

Soprattutto per quanto concerne la chitarra esistono comunque numerose alternative di accordatura, per es. drop, open, ecc. A queste ultime ricorrono però in genere solo i chitarristi esperti, perché richiesto dal loro specifico stile di suonata, tecnica musicale, ecc.

Per rendere ancora più semplice l’accordatura della chitarra abbiamo preparato per voi questo video didattico.




“Accordatevi” e buon divertimento! :-)

Attendere prego