Come scegliere casse e impianti di amplificazione

La sonorizzazione è importantissima per tutti i tipi di produzione musicale. Non è solo il caso di concerti nei club o festival. La sonorizzazione è importantissima anche nelle sale prove, teatri, sale usate per presentazioni o aula magna. La guida all’acquisto permette un orientamento più agevole all’interno della gamma a disposizione, per amplificare come si deve i vostri eventi.


CONSIGLI PER I PRINCIPIANTI

Alla base di tutti i migliori sistemi di amplificazione vi sono delle casse di adeguate potenza (essenziali), amplificatori ed eventualmente consolle di mixaggio e microfoni. Se cercate una soluzione semplice per l’amplificazione dei vostri eventi, vi consigliamo di acquistare un set completo già pronto (set di amplificazione). Avrete così tutto in un unico insieme: amplificatore, casse, consolle di mixaggio, supporti e cavi. Sarete in grado di soddisfare le esigenze di sonorizzazione in qualsiasi evento. Nella consolle di mixaggio è possibile collegare e successivamente amplificare qualsiasi cosa – microfono, strumenti musicali, lettori di musica, computer, ecc.

I nostri esperti sono pronti a rispondere a tutte le vostre domande e in caso di interesse vi consiglieranno la soluzione ideale per il vostro impianto di amplificazione. I nostri esperti saranno lieti di consigliarvi sulla scelta al numero di telefono 800 790587 (lu-ve 9:00-17:00) o all’indirizzo e-mail .

  • 1 - Impostazione della cassa
  • 2 - Livello di amplificazione degli ingressi
  • 3 - Ingressi per microfoni / ingressi linea
  • 4 - Ingressi RCA (cinch)
  • 5 - Ingresso per cavo alimentazione

Suddivisione delle casse

Le casse sono suddivise in quattro categorie basilari:

Casse PA – destinate all’amplificazione
Monitor (per amplificazione) – utilizzati dalla persona che si esibisce (per ascoltare se stessa)
Casse portatili con batteria – per assicurare l’amplificazione in qualsiasi posto e in ogni momento
Subwoofer – per la riproduzione di frequenze di bassi

Distinzione tra casse attive e passive

Le casse si dividono anche in attive e passive. Le casse attive hanno un amplificatore incorporato; pertanto basta solo collegarle e già funzionano. Le casse passive non sono provviste di un proprio amplificatore e vanno collegate ad un amplificatore esterno.

Nella scelta delle casse attive vanno presi in considerazione alcuni parametri importanti: la potenza e il valore SPL (espresso in decibel). Maggiori sono questi valori, più forte sarà la pressione acustica tollerata dalla cassa (e dunque potrete assicurare amplificazione anche in locali con superficie estesa). Nella selezione delle casse attive bisogna fare attenzione agli ingressi (connettori) di cui la cassa è provvista. Per collegare i microfoni si utilizzano i cosiddetti ingressi XLR. Gli strumenti musicali e le consolle di mixaggio si collegano invece mediante connettori jack 1/4 TRS. Per connettere lettori esterni bisogna ricorrere a connettori RCA, detti anche cinch.

Alle casse passive non si può abbinare un amplificatore qualsiasi. È necessario infatti rispettare dei parametri che siano tra essi compatibili (specie in termini di potenza e impedenza). La potenza è espressa in Watt, mentre l’impedenza in Ohm.

Entrambe le modalità di soluzione presentano i propri vantaggi. Per i gruppi musicali ancora agli inizi e per coloro che desiderano avere un’amplificazione rapida e semplice, consigliamo le casse attive (per via della praticità di questa soluzione).
Se invece il vostro obiettivo è realizzare un insieme più articolato di dispositivi di amplificazione con un numero relativamente alto di casse, sarebbe forse meglio optare per le casse passive con collegamento ad un amplificatore finale di qualità.

Casse portatili con batteria

Se preferite essere il più indipendenti possibile e cercate dei dispositivi da portare con voi ovunque vi rechiate, vi consigliamo di procurarvi un sistema di amplificazione portatile con batteria. Insieme a gran parte di questi dispositivi riceverete anche un microfono. Oltre all’ingresso per microfono questi impianti sono anche muniti di ingressi linea per il collegamento di strumenti musicali (chitarra, tastiera) o lettori di musica/telefoni/computer. I dispositivi di amplificazione a batteria sono molto apprezzati dagli artisti di strada e si addicono a tutte le situazioni – in generale – in cui volete che gli altri vi ascoltino in qualsiasi posto vi troviate.


Attendere prego